Focaccia genovese

La focaccia genovese è una specialità della cucina ligure. Si realizza con pochi e semplici ingredienti ed è perfetta da gustare a merenda, fuori pasto, come stuzzichino per l’aperitivo o anche a pranzo o a cena accompagnata con un tagliere di salumi vari. Il suo profumo e la sua consistenza croccante fuori e soffice dentro la rendono davvero irresistibile!

Ingredienti

250g acqua tiepida
450g farina 0
11,5g sale
8g zucchero
30g olio evo
3g lievito di birra
q.b. fleur de sel

Per l’emulsione

100g acqua
30g olio
q.b. sale

Procedimento

  • Sciogliete il lievito nell’acqua mescolando con una forchetta.
  • Con Bimby: versate nel boccale del Bimby tutti gli ingredienti in questo ordine: acqua con lievito sciolto, olio, zucchero, farina e sale e impastate: 2 min – boccale chiuso – spiga
  • Con Planetaria: versate nella planetaria munita di gancio la farina e lo zucchero, azionatela a velocità media e aggiungete poco alla volta l’acqua con il lievito sciolto e l’olio. Fate lavorare l’impasto per un paio di minuti poi aggiungete il sale e impastate a lungo, fino a quando l’impasto sarà ben incordato al gancio
  • Trasferite l’impasto sul piano di lavoro spolverato con un po’ di farina e lavoratelo con il palmo delle mani così da dargli una forma. Trasferitelo in una ciotola capiente unta con un filo d’olio, copritelo con un canovaccio e lasciatelo riposare per 15 minuti
  • Adesso è il momento delle prime pieghe. Trascorso il tempo trasferite l’impasto sul piano di lavoro ben infarinato: prendete prima il lato basso e ripiegatelo verso il centro, poi fate la stessa cosa con il lato alto e ripiegatelo verso il centro (in sostanza dovete chiudere l’impasto “a pacchetto” dai quattro lati). Ripetete quest’operazione per 3 volte
  • Rimettete l’impasto nella ciotola unta d’olio coperta con pellicola e con un canovaccio pulito. Riponetelo in forno spento con luce accesa a lievitare per 1 ora e 30 minuti
  • Adesso è il momento delle seconde pieghe. Trascorso il tempo trasferite delicatamente l’impasto sul piano di lavoro infarinato e facendo attenzione a non bucare le bolle che si sono formate procedete con le pieghe (come sopra) per 2 volteA questo punto procedente con la pirlatura dell’impasto: pirlare un impasto significa arrotondarlo facendolo girare sul piano di lavoro dandogli una forma sferica regolare,  in questo modo si da  una crescita regolare all’impasto durante la lievitazione
  • Rimettete l’impasto nella ciotola unta d’olio coperta con pellicola e con un canovaccio pulito. Riponetelo in forno spento con luce accesa a lievitare per 1 ora e 30 minuti
  • Ungete con un poco di olio una teglia dal diametro di 30 cm e adagiatevi delicatamente l’impasto. Stendetelo con i polpastrelli facendo attenzione a non scoppiare le bolle d’aria che si sono formate. Spennellate l’impasto con l’olio e cospargete di fleur de sel. Mettete a lievitare per altri 30 minuti
  • Trascorso fate le classiche fossette della focaccia premendo a fondo i polpastrelli nell’impasto e cospargete con l’emulsione di acqua, olio e sale. Mettete a lievitare per altri 30 minuti
  • Infornate a 200° per 15 minuti
  • Servitela ben calda, tagliata a cubetti o anche a tranci

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...